info@sitename.com  |  +1 800 234 5678

Depurazione e Disintossicazione dell’Organismo

La depurazione è indubbiamente una delle più importanti strategie finalizzate alla determinazione ed al mantenimento della buona salute nell’individuo. Molti infatti sono i fattori che quotidianamente sovraccaricano il corpo umano di tossine, basti qui citarne alcuni:

  • la inadeguata alimentazione, che spesso conduce ad introdurre anche additivi, conservanti e coloranti;
  • la sedentarietà, che produce stasi circolatoria e rallentamento nel flusso dei liquidi interni;
  • lo stesso continuo ricambio di tessuti e di cellule all’interno dell’organismo, che, rinnovandosi, producono sostanze di rifiuto;
  • l’introduzione di farmaci, che, sebbene talvolta necessaria e doverosa, comporta comunque anche l’assunzione di sostanze tossiche;
  • la necessità del corpo di adeguarsi ciclicamente ai ritmi stagionali, eliminando ciò che non è più utile;
  • lo stesso inquinamento atmosferico, che produce conseguenze nefaste anche sull’individuo in seguito all’alimentazione ed alla respirazione.

Tutti questi fattori determinano un accumulo progressivo di tossine interne che va ad ostacolare, rallentare o addirittura impedire i normali processi vitali: infatti le tossine non smaltite si vanno a “stoccare”, cioè a depositare in modo permanente, in distretti periferici quali le articolazioni, i tessuti adiposi ed il connettivo. In effetti una certa tendenza ad avere dolori articolari, alla cellulite e alla facile affaticabilità muscolare sono prove evidenti di uno stato tossico da cui l’organismo deve essere liberato.

Da queste premesse nasce l’esigenza di utilizzare tecniche di depurazione che vadano progressivamente ad operare un “destoccaggio” dei residui tossici, rimuovendoli dai tessuti e dagli apparati dove si sono depositati, e permettendone l’espulsione attraverso gli organi emuntori (pelle, reni, intestino, fegato).

Queste pratiche sono peraltro note all’uomo ed utilizzate fin dall’antichità: in questo contesto infatti si collocano le invocazioni ed i riti di purificazione proposti da molte religioni, come pure le varie restrizioni alimentari ed i digiuni o semidigiuni, svolti soprattutto in alcuni periodi dell’anno, in coincidenza con il cambio dei cicli stagionali.
Il naturopata fa tesoro di alcune di queste preziose pratiche di depurazione, affiancandole all’uso di oligoelementi, di piante officinali, di essenze floreali, e ad opportune tecniche di manipolazione, per perseguire l’obiettivo ultimo di allontanare ed eliminare tutto ciò che potrebbe minacciare l’organismo nello svolgimento della sua naturale ed armonica attività.