Herpes labiale: quando l’energia viene repressa

L’herpes labiale è la più frequente tipologia di herpes simplex e consiste in un’eruzione eritematosa che si manifesta con una serie di vescicole raggruppate a grappolo e posizionate sulle labbra. Altre sedi dell’herpes simplex, più rare, possono essere le fosse nasali, l’occhio e la mucosa oro-faringea.
La sua comparsa è normalmente preceduta da bruciore e prurito, ed è riconducibile alla presenza nell’organismo di un virus che tuttavia, una volta entrato in contatto con l’organismo, non gli conferisce immunità. Ne deriva che l’herpes tende a recidivare, cioè si ripresenta ogni volta che il virus si “slatentizza”, uscendo dal suo stato di quiescenza; ciò avviene quando nell’organismo si abbassano le difese immunitarie, in seguito ad uno stato febbrile, ad un disturbo digestivo, ad uno stress psichico o ad un notevole sforzo fisico.
Da un punto di vista simbolico, il bruciore dell’herpes rimanda al fuoco, e quindi può essere ricondotto ad una reazione dell’organismo quando un’energia emozionale viene in qualche modo repressa. E’ facile, ad esempio, che un herpes faccia la sua comparsa dopo che un moto d’ira è stato nascosto, o quando, in generale, ci si impone un comportamento diverso da quello che si vorrebbe adottare. Il primo passo per prevenire questo disturbo è dunque quello di darsi il permesso di vivere liberamente le proprie emozioni, imparandole sì a gestire, ma senza reprimerle o soffocarle.
Un altro utile accorgimento, ai fini della prevenzione, consiste nell’assumere Echinacea in tintura madre per almeno un mese. E’ una pianta dal potente potere antibatterico ed antibiotico, e serve a rimodulare efficacemente le difese immunitarie. Il dosaggio consigliato è di 25 gocce tre volte al giorno.
Se, tuttavia, l’eruzione fosse già comparsa, si possono effettuare toccature con una miscela costituita da un cucchiaio di olio d’oliva in cui saranno state diluite 2 gocce di tea tree oil, noto anche come olio di melaleuca. Si imbeve un cotton fiocc nella soluzione e lo si applica tre volte al giorno sulla zona colpita.
Durante gli attacchi di herpes andrebbe infine curata l’alimentazione, evitando i cibi ricchi di arginina, un aminoacido responsabile della riattivazione il virus: è quindi consigliabile rinunciare a cioccolato, noci, mandorle, arachidi e vino rosso. Sempre molto utile idratare adeguatamente l’organismo bevendo almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno (acqua e tisane alla rosa canina, eccellente rinforzante del sistema immunitario).